Laura Cristin




Lo Stracquo a Ponza, settembre 2019

Category : in giro per il mondo, mostre, performance set 29th, 2019

"Mare Nostrum che sei nei cieli" it is a pray from Laura Cristin for the many who tried to cross the Mediterranean but did not survive, Ponza, 3 September 2019

“Mare Nostrum che sei nei cieli” it is a pray from Laura Cristin for the many who tried to cross the Mediterranean but did not survive, Ponza, 3 September 2019


C’è una mappa del Mediterraneo, nel libro “Sherena Velella” realizzato dopo lo Stracquo 2014, dove ho disegnato tante croci per i molti che hanno trovato l’eterno riposo lì. Quest’anno, dopo aver completato un viaggio simile a Ponza – dal quale è scaturito il busto di mare e di cielo di “Sherena Lunata” – ho concluso con “Flaschenpost from Venedig to Ponza” (video https://youtu.be/0NLnO_iXPCw) in modo da poter pregare: “Mare Nostrum che sei nei cieli. ..”

A Wave 4 SFMOMAilart Congress snap+share

Category : in giro per il mondo, mailart, performance ago 3rd, 2019

07-3AUGDSC06563persito Il 3 agosto 2019, il Congresso di Mail Art snap+share ospitato da The Sticker Dude, John Held e altri, si svolgerà al MOMA di San Francisco dalle 13:00 alle 17:00 ora locale. Nello stesso giorno, Laura Cristin Sheren, di prima mattina si è recata nella città stellata di Palmanova (Italia) per alcune foto da inviare come augurio per il Congresso. Il ritratto originale di Joel Cohen, realizzato nel 2016 come ricordo di una performance congiunta a Coney Island nel 2012, è stato installato nella nicchia centrale della piazza, proprio sotto il pennone dal quale sventola la bandiera italiana e sopra un pozzo che ricorda l’acqua dell’Oceano. Date le nove ore di differenza di fuso orario (l’Europa è più avanti della California in questo campo!) l’impromptu va intesa come un’anteprima. Altre corrispondenze seguiranno in coincidenza con il Congresso.

per i cent’anni del City Lit

Category : in giro per il mondo, performance lug 10th, 2019

Il City Lit di Londra celebra quest’anno il suo centenario e sono onorata che la mia storia di matricola numero 1019, nel Midsummer term del 1976-77, sia stata pubblicata nel blog https://www.citylit.ac.uk/blog/city-lit-stories-laura-cristin?fbclid=IwAR0tnnjBSGaYzb8AWcr3YTB0t8WQKEnLlFI6Gt87dmKla7jHO_775tQwwqU
È capitato nei giorni del solstizio d’estate, mentre ero a Berlino per la performance alla porta di Brandeburgo. L’azione partecipativa è stato un successo per l’interazione con le persone, la storia e il sito. Ecco alcune foto, il report completo è stato realizzato nell’Album fb A MARE di Berlino per i 30 anni dalla caduta del muro. A breve pubblicherò un progetto specifico in questo sito.

A MARE in Berlin, participatory performance of Laura Cristin at Brandenburger Tor, 22 June 2019

A MARE in Berlin, participatory performance of Laura Cristin at Brandenburger Tor, 22 June 2019

A MARE in Berlin

Category : in giro per il mondo, mailart, performance giu 15th, 2019

Laura Cristin at the opening of Biennale di Venezia #58, May 11th 2019, upper left : detail of “Muro di Berlino” oil and collage behind glass, cm 62 x 88, 1990.

Laura Cristin at the opening of Biennale di Venezia #58, May 11th 2019, upper left : detail of “Muro di Berlino” oil and collage behind glass, cm 62 x 88, 1990.

In concomitanza con il Solstizio d’Estate, dal 20 al 25 giugno, sarò a Berlino per continuare “E il naufragar m’è dolce in questo infinito amare”. Ricorderò i 30 anni dalla Caduta del Muro con una serie di onde-impromptu di memoria. L’a-mare ricreato lungo il confine, alla porta di Brandeburgo (sabato 22 giugno 2019 dalle 11:00 alle 12:00 am; punto di incontro alle 10:45 presso l’ingresso dell’Hotel Adlon in Pariser Platz, Unter den Linden 77) e in altri luoghi significativi, coinvolgerà i passanti e gli amici-artisti di mail art e di London Biennale.

E il naufragar m’è dolce in questo mare

Category : in giro per il mondo, mailart, performance mag 1st, 2019

Created with GIMP
Il 3 e/o il 5 maggio, Sheren sarà a Milano, per un’impromptu in piazza Duomo e/o presso un giardino condiviso di Isola, per un’onda di buon auspicio in occasione del matrimonio di Kika e Antonello.
Sabato 11 maggio, a Venezia, in occasione dell’inaugurazione della Biennale #58, alle 13:00 sarà con Peter Kuestermann sul lungoadriatico di fronte ai Giardini. Ri-creerà un a-mare al quale affidare le speranze e le paure nostre, e di coloro che hanno fortunosamente traversato il Mediterraneo. Dalle 16:00, l’azione si sposterà al 7° sestiere di Mestre, in via Cavallotti 83/B per “Checkpoint”, evento parallelo della Biennale di Venezia curato da Giancarlo e Giulia Da Lio.
Le performance di Laura Cristin Sheren sono anche eventi di London Biennale 2019.

Full text/proposal. La vita e l’amore sono diamanti sfaccettati dove il bene e il male e mille altre sfumature formano un’unica perla. Il mondo delle Sirene, con le sue acquatiche e terrene contraddizioni, lo testimonia bene. Sheren, che da un bel po’ pratica quell’immaginario, con le armi e i bagagli dell’arte/vita, nel 2019 è particolarmente ispirata, a 200 anni dalla sua stesura, da “e il naufragar m’è dolce in questo mare”, che conclude, con mirabile e fluttuante apertura, “L’Infinito” di Giacomo Leopardi.
Quel verso sembra fatto apposta per essere ri-vissuto creando onde coinvolgenti che abbracciano ricordi, sogni e paure, personali e collettive.
La prima performance sul tema sarà a MILANO, il 3 e/o il 5 maggio (piazza Duomo e/o giardino condiviso di Isola), in occasione del matrimonio di Kika e Antonello, con il dispiegarsi di un’onda libera di buon auspicio che avvolgerà senza costringere.
Il sabato successivo, che è l’11 maggio e coincide con l’inaugurazione della Biennale #58, Sheren sarà a VENEZIA, alle 13:00, per declinare il verso di Leopardi sul lungoadriatico di fronte ai Giardini e a “Checkpoint”, evento parallelo del 7° sestiere, curato da Giancarlo e Giulia Da Lio, in quel di Mestre, via Cavallotti 83/B, dalle 16:00. Insieme a Peter Kuestermann e ai (mail)artisti o passanti per caso che vorranno partecipare, si creerà un ponte con le speranze e le paure di coloro che hanno (s)fortunosamente traversato il Mediterraneo. Sarà un’occasione per recitare un ‘de profundis’ dei valori della civiltà (?) occidentale sepolti nel mare-cimitero insieme ai naufraghi che non ce l’hanno fatta, ma anche un piccolo tentativo di riportare a galla un briciolo di umanità nelle coscienze.
Peter Kuestermann porterà i message-in-the-bottle affidatigli dai rifugiati in Germania che sono riusciti a salvare (almeno fisicamente) le loro vite e ora desiderano lasciare traccia dei loro pensieri all’a-mare che non li ha inghiottiti.
Nelle onde ri-create ognuno potrà immergersi, riflettere e consegnare al mare, anche solo un anelito di speranza. Per chi preferisse l’antica arte dello scrivere, Sheren metterà a disposizione ‘blank messages’ da completare e infilare in bottiglie raccolte in giro per il mondo, che verranno rispedite nei 5 continenti.
P.S. Le performance di Laura Cristin Sheren sono anche eventi di London Biennale 2019.

A MARE in London (and around)

Category : in giro per il mondo, mostre, mailart, performance gen 27th, 2019

Clockwise: a long/involving wave for Field Study Gathering at Tate Britain 5JAN2019; installation “memORiA di Sheren” in Pinacoteca of Gaeta; another picture from A MARE in London; card for London Biennale 2019; images from “Myself box” for microbo.net of Milan; further picture of A MARE involving Nat Fonnesu

Clockwise: a long/involving wave for Field Study Gathering at Tate Britain 5JAN2019; installation “memORiA di Sheren” in Pinacoteca of Gaeta; another picture from A MARE in London; card for London Biennale 2019; images from “Myself box” for microbo.net of Milan; further picture of A MARE involving Nat Fonnesu


Il 5 gennaio 2019, a LONDRA, ho partecipato al 25 ° Field Study Gathering di David Della Fiora, nel gARTen della Tate Britain. Nei giorni successivi, ho sviluppato diverse onde/sfumature di arte/vita, una delle quali per la Biennale di Londra.
Negli stessi giorni e fino al 13 gennaio, la mia installazione “memORiA di Sheren” prendeva parte alla XXX edizione del Porticato a GAETA.
Domenica 27 gennaio, a MILANO, un mio “Myself box” veniva esposto a Wunderkammern effimere in via Giovanola 19 / c. Il contenuto della scatola si può vedere nell’ebook al link https://www.microbo.net/2018/10/laura-cristin/

LaCura per ‘Xmas 2018

Category : in giro per il mondo, mostre, mailart, performance dic 19th, 2018


Esattamente un mese prima di Natale un gruppo di amici-artisti-e-non desiderosi di condividere la loro umanità e la loro arte/vita, si è incontrato nello studio di Laura Cristin a Bagnaria Arsa, non lontano dalla città a forma di stella di Palmanova. Nel primo pomeriggio la performance partecipativa “LaCura” ha avuto luogo, nell’omonimo brano composto da Dario Della Rossa per “Healing in London” alla Kingsley Hall (9 settembre 2017 per Loonies Fest).
“LaCura” è dedicata a Franco Basaglia, Letizia Comba, Angela Fumis e Tiziana Baracchi e ai molti che non ci sono più/non erano fisicamente presenti ma sono ancora nel nostro cuore. La loro presenza è/stata tangibile nella gratitudine di quelli che hanno avuto il privilegio di condividere parte del viaggio della vita con loro.
Video di Maurizio Follin.

incontriAMOci

Category : mostre, mailart, performance ott 30th, 2018

A MARE in gARTen LCconCopyrightSITOFacendo seguito alle Open House degli anni novanta e all’altrove fin qui percorso, Laura Cristin, in collaborazione con Giancarlo Da Lio dell’Ambasciata di Venezia, apre lo studio (e il gARTen) di Bagnaria Arsa, domenica 25 novembre, dalle 11:00 alle 18:00.
“incontriAMOci” è una sorta di giornata del contemporaneo (AMACI) differita.
È un evento, forse catartico, di sicuro partecipativo. Un gruppo di persone – amici, artisti o altro – si ritrova nell’in-canto del mondo di Sheren. Tema centrale è l’amore – nelle varie declinazioni e lunghezze d’onda –, il racconto e lo scambio di esperienze, il tutto rigorosamente “di persona”. Ci sarà anche un momento performativo nel primo pomeriggio: un’ora o più dedicata all’arte in senso stretto. Sheren inizierà con “LaCura”, dall’omonima musica composta da Dario Della Rossa per “Healing in London” 2017 al Kingsley Hall, proposta nella versione originale di 20 minuti. Seguirà Maurizio Follin con libere ricerche/sperimentazioni della sua Via e altri che (o se) vorranno arricchire l’aura della casa e del gARTen dove la natura, con erbe e fiori accanto al murale del (a)mare, fa un po’ come le pare.

“incontriAMOci” è dedicato a: Franco Basaglia, Letizia Comba, Angela Fumis e Tiziana Baracchi che, più o meno recentemente, hanno lasciato questo fisico mondo. La loro presenza sarà tangibile nella gratitudine delle persone che, come Laura, Giancarlo, Maurizio, Gabriella, Terry, Mariangela … hanno avuto il privilegio di conoscerli e di percorrere un pezzo di vita con loro.

Elenco dei partecipanti (in progress): Laura Cristin, Enzo Paviotti, Giancarlo Da Lio, Terry Cazzaro, Levis Cortese, Maurizio Follin, Gabriella Gallo, Maria Teresa Fernandez, Patrizia, Mariangela, Anna, Alessandro, Francesca e altri.

In/canto di Sheren a Synesthesia di Mondolfo

Category : in giro per il mondo, performance lug 29th, 2018

"Nascita di Venere..1484 è 2018", cm 9,5x25,5 was painted by Laura Cristin in February 2018 on a little board - rescued from the wood-shed - that had served to test the marine colours (in the Nineties) for bigger paintings. The self-portrait on the left is taken from a photo of the performance "Healing in London" at   the Kingsley Hall (September 2017) set in the atmosphere of the birth of Venus painted by Botticelli in 1484.

“Nascita di Venere..1484 è 2018″, cm 9,5×25,5 was painted by Laura Cristin in February 2018 on a little board – rescued from the wood-shed – that had served to test the marine colours (in the Nineties) for bigger paintings. The self-portrait on the left is taken from a photo of the performance “Healing in London” at the Kingsley Hall (September 2017) set in the atmosphere of the birth of Venus painted by Botticelli in 1484.


Venerdì 3 agosto 2018, parteciperò alla Notte Bianca (7 pm – 2 am) della Synesthesia di Mondolfo (PU) ricreando un a-mare partecipativo, un open space dove navigare nelle possibilità (e insidie) dell’AMOre. Col calar del sole prenderà corpo e vita la presenza/installazione fluttuante e collaborativa di Sheren. Si potrà contribuire all’in/canto agitando ad esempio bustine di zucchero come bastoni della pioggia, bagnandosi i piedi, con/dividendo qualcosa di Sirenesco o in altri modi sensibili di libera immaginazione. Aiuterà a tratti, SherenaDa (in mp3) di Dario Della Rossa e altre sue musiche sulle stesse lunghezze d’onda.
Programma completo evento fb https://www.facebook.com/events/478116239283620/497590010669576/?notif_t=admin_plan_mall_activity&notif_id=1532674390234530

Around Magic June 2018

Category : in giro per il mondo, mailart, performance lug 1st, 2018

Clockwise: 13: sentimental  B.day installation with mailart received from Joel Cohen, ATCard “Sheren in New York 15 June 2012” in the centre; 14: Natalia receiving from my mum the diary of my grandma Angela at ADN of Pieve Santo Stefano (Arezzo) – incidentally, Fumis Angela was born on 10 June and died on 17 June 1968 – ; 15: standing at the entrance of the Archive of Diaries; 14: donation of my (art)diaries LC (also containing CG) and ST to Archivio Diaristico Nazionale – incidentally ST that stands for Standards (Tarot paintings) can also stand for Saverio Tutino who founded the Archive and 'created' the myth of Che Guevara (born on 14 June) in Italy – ; 27: with Sticker Dude Banana Cake (new receipe) in connection with the reunion of Grateful Dead in Santa Clara (California); 21 (12:07): attending the meeting “tra pari” at CSM of Parco Basaglia in Gorizia.

Clockwise: 13: sentimental B.day installation with mailart received from Joel Cohen; 14: Natalia receiving from my mum the diary of my grandma Angela at ADN of Pieve Santo Stefano (Arezzo) – incidentally, Fumis Angela was born on 10 June and died on 17 June 1968 – ; 15: standing at the entrance of the Archive of Diaries; 14: donation of my (art)diaries LC (also containing CG) and ST to Archivio Diaristico Nazionale – incidentally ST that stands for Standards (Tarot paintings) can also stand for Saverio Tutino who founded the Archive and ‘created’ the myth of Che Guevara (born on 14 June) in Italy – ; 27: with Sticker Dude Banana Cake (new receipe) in connection with the reunion of Grateful Dead in Santa Clara (California); 21 (12:07 Summer Solstice): attending the meeting “tra pari” at CSM of Parco Basaglia in Gorizia.


Nel 2018 ricorrono molti anniversari come i quarant’anni dalla legge Basaglia (legge 180, maggio 1978) e dal mio matrimonio (febbraio 1978). È anche il cinquantesimo dal 1968, nonché del mitico viaggio a Roma con la psicologa Letizia Comba (gennaio 1968). Nel corso del mese di giugno, altre innumerevoli e inaspettate coincidenze si sono intrecciate intorno al mio compleanno. Le foto e la didascalia della cartolina rivelano qualcosa di più, fermo restanno che le immagini più belle sono sempre quelle che rimangono nel cuore.