Laura Cristin





Aggiornamenti di luglio: Magritte, Re-vault, Kingsley Hall

Category : in giro per il mondo, mailart, performance lug 9th, 2016

"Che Guevara" booklet is a story from the handmade poster for my teenager bedroom in 1967 through a nightime move in 1972 ... to  the constant research of freedom up to day. The booklet, handmade and printed in 22 copies is enriched with a rubberstamp of CG, 10 July 2016

“Che Guevara” booklet is a story from the handmade poster for my teenager bedroom in 1967 through a nightime move in 1972 … to the constant research of freedom up to day. The booklet, handmade and printed in 22 copies is enriched with a rubberstamp of CG, 10 July 2016

Già dai primi giorni di luglio, la mia casa che dalle prime luci del tramonto somigliava proprio a quella dipinta nel 1954 da Magritte ne’ “L’Empire des Lumières” ha cambiato un po’ fisionomia per via della sostituzione dei lampioni stradali. La bella sfera che irradiava di luce il cuore della facciata è stata sostituita con fredde lampadine a led, per lo più poste su alti steli.
Mi sono tuttavia consolata con il lavoro su un busto tessile di Cielo e di Mare che provvisoriamente ho chiamato “Re-vault” e che sto preparando per una performance in occasione dei vent’anni dalla scomparsa di Goliarda Sapienza. L’autrice de’ “L’ Arte della Gioia” verrà ricordata a Gaeta il prossimo 30 agosto. Il lavoro sul busto si incentra sull’Arcano 16, su Antares della costellazione dello Scorpione, nonché sulla fertilità femminile in senso lato.
Sono altresì ultimati i 22 libretti “Che Guevara”, con timbro originale in ognuno di essi, che continua la serie intrapresa con “LC: Laura Cristin per Letizia Comba” e che sono stati distribuiti in occasione di London Biennale a Roma e spediti come mailart.
Last but not least, intorno al 22 luglio, data dell’80esimo compleanno di Dawn Redwood, rinnoverò il mio pellegrinaggio a Londra dopo la Brex-it che ha spezzato le memorie della mia formazione libertaria nell’isola britannica nei primi anni ’70. Tuttavia, questa volta visiterò il Kingsley Hall dove Letizia Comba ha incontrato Ronald Laing. Là, nel luogo gestito dalle sorelle Leister fin dai primi anni del Novecento, il cielo ha visto molte rivolte pacifiche e arternative, ancor prima di quella psichiatrica. È stato asilo per i poveri, incubatore e riparo per movimenti quali quello delle suffragette. Mahatma Gandhi vi ha soggiornato per 12 settimane.

link al video dell’heART action per il B.day di Dawn Redwood: https://youtu.be/yJKAblzMU_0

SHARE :